TREKKING

 
Camminare. Prendere un sentiero, staccarsi dalla città e dal rumore, entrare nel silenzio.
Camminare per osservare, per guardare la natura: un libro ancora oggi ricco di valori e profondi significati.
Camminare adagio, per capire e conoscere meglio la “cultura del territorio”: baite e alpeggi svelano un mondo contadino e alpigiano che a fatica resiste alla modernità dell’oggi.
Il paese grazie alla sua naturale dislocazione offre una gran quantità di escursioni di difficoltà variabili.
Ci si può addentrare nei vari percorsi all’interno del Parco Regionale dell’Emilia Romagna; oppure andare a scoprire i diversi laghi naturali attraversando i nostri crinali. Ci si può avventurare nei molti sentieri che portano al raggiungimento della sommità del Monte Cimone, o si può percorrere tranquillamente la Via Vandelli rimanendo affascinati dalla scoperta delle Capanne Celtiche ristrutturate come erano in origine.
Per gli amanti di questo sport rimane sempre aperta, con ricche riconoscenze,la “caccia” fotografica al Famoso uccello introvabile: “IL FOIONCO”.